“Il Mercoledì di Làbas” 14 ottobre

11169910_627525754048734_6192491878061951554_n

 

Eh si! A chi crede che il destino di Làbas sia già scritto, rispondiamo con un mercoledì a ritmo di Gipsy!

Breve comunicato e programma della giornata!

Sul Corriere di Bologna, la presidente di quartiere Ilaria Giorgetti prova maldestramente a contenere il coro di opposizione al noto progetto edilizio che dovrebbe porre fine all’esperienza di Làbas, emerso ieri con l’iniziativa delle Social Street di spedire una lettera al sindaco Merola.
Le esperienze come la nostra e quella di Atlantide non sono buone o cattive, arroganti o simpatiche: sono espressione delle esigenze e i bisogni del territorio o non lo sono. A questa domanda, il dibattito che ha innescato il terremoto che fa tremare le poltrone di questa classe politica ci sembra una risposta chiara.
Evocare la “riqualificazione” di questo spazio attraverso un albergo, un ristorante e degli uffici è uno schiaffo all’ intelligenza collettiva, compresa quella del suo (ex?) elettorato che ben volentieri partecipa alle nostre iniziative. Mentre la necessità di un parcheggio, che nel POC si traduce in soli 15 posti auto, non ci sembra un ostacolo a trovare una soluzione condivisa. I progetti che hanno reso Làbas un polo di cooperazione senza fini di lucro non sono frutto di un incantesimo, ma del lavoro di ragazzi e ragazze che si sono rimboccati le maniche sostituendo, con passione politica, ciò che le istituzioni hanno reso improduttivo per 15 anni. Ci viene cucito addosso il “marchio dell’illegalità”, ma se l’iter delle regole è quello scritto dalla politica delle colate di cemento abusive, dei vertici di Cassa Depositi e Prestiti provenienti da Goldman Sachs, Fondo Monetario Internazionale e persino dalle figlie -raccomandate- dei ministri come Eleonora Padoan…siamo orgogliosi di essere estranei a queste regole! In settimana convocheremo una conferenza stampa con cui tracceremo una road map, ampia e popolare, ecologica e democratica, che si opporrà ad un destino che qualcuno crede già scritto.

▼ dalle17.00
Campi Aperti a Làbas – Associazione per la Sovranità Alimentare (Agricoltura biologica e mercati contadini) http://www.campiaperti.org/

▼ dalle 17.00
Làbimbi (Laboratorio di riciclo creativo)

▼dalle 19.00
Aperitivo con Làbiopizza! Visto che i pizzaioli non riescono a usare il forno (siamo senza corrente), sicuramente si inventeranno qualcosa!

▼dalle 20:00
Nextdoorshiatsu, pratica con gli allievi

▼ dalle 21:30 Live

Gajè Gipsy Quartet

il Quartetto Bolognese vi offre un viaggio nel tempo permettendovi di tornare nella Francia Gitana degli anni’30. let’s Swing!

**dalle 17:30 alle 19:00
Sportello per il diritto all’abitare – ADL

**Info point e banchetto associazione Ya Basta Bologna.

Ya Basta! Bologna realizza attività per la promozione dei diritti di cittadinanza dei migranti presenti in Italia, per l’affermazione della libertà di movimento e contro i dispositivi di esclusione e di criminalizzazione dei cittadini stranieri.

Contatto Fb: YaBasta Bologna

Làbas occupato
Via Orfeo 46, Bologna quartiere Santo Stefano (antifascista)

 
Làbas Locandina Gaje Template

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...