Il Passante di Bologna – presentazione dell’inchiesta con Wu Ming e Wolf Bukowski

passante2

” Per quattordici anni si è favoleggiato di aggirare Bologna con una nuova autostrada, e si è discusso di quanto a nord costruirla rispetto alla città. Ma tutto sembra concludersi con almeno tre bugie”.

Per affrontare il problema della mobilità si ricorre a soluzioni che prevedono un incremento delle auto, evitando ogni saggia valutazione di soluzioni di trasporto che incrementino la qualità della vita e dell’ambiente.

Bologna si conferma come snodo fondamentale per la religione delle grandi opere. Appena iniziati i lavori del people mover già incombe un altro “grandioso” progetto: il passante di mezzo.
Lo scenario è quello consueto: profitti privati (Società Autostrade spa) e danni socializzati.

Con un lavoro di inchiesta pubblicato in 3 puntate su Internazionale

1) http://www.internazionale.it/reportage/wolf-bukowski/2016/12/03/passante-bologna-autostrada

2) http://www.internazionale.it/reportage/wolf-bukowski/2016/12/10/passante-bologna-facilitatori

3) http://www.internazionale.it/reportage/wolf-bukowski/2016/12/21/passante-di-bologna-terza-puntata

Wu Ming e Wolf Bukowski analizzano le contraddizioni insite nel progetto “Passante” mettendole in relazione con tutto l apparato retorico mobilitato a sostegno della Grande Opera.

Si racconta come in assenza di consenso si debba ricorrere alla partecipazione fittizia avendo cura che le sedi di confronto pubblico non siano mai dotate di poteri effettivi di messa in discussione del progetto.

Viene descritto il non senso delle opere di mitigazione, così come della necessità di utilizzare terminologie evocative di un passato verso cui avere nostalgia per indorare pillole indigeste.

L’inchiesta si dedica anche ad indagare le debolezze dei movimenti di opposizione all’opera.

Ne parliamo con:
– Wu Ming e Wolf Bukowski (autori dell’inchiesta)
– Lorenzo Alberghini (Comitato No People Mover)

*Durante la serata saranno proiettate le fotografie scattate da Michele Lapini per l’inchiesta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...